Open Call: RICCARDO III di CINQUE FIGLI

Antonio Memeo

Riccardo III di cinque figli tratta l'ossessione dell'essere artista, il perseguire a spada tratta l'arte quando diventa delirio, ovunque e comunque.
Forse la follia è propria dell'attore che reca in sè quel disagio che lo porta a distaccarsi dalla realtà, dalla materialità di cui l'attore ne farebbe volentieri a meno, "Riccardo cosa vuoi dire, dillo a parole tue... ti ho sempre detto trovati un lavoro..."
In qualche modo Tirccardo III di cinque figli tratta il mio delirio attraverso alcuni momenti estrapolati dai testi quali Riccardo III di W. Sheakspeare, Erasmo da Rotterdam con l'Elogio della folli a e M. Cervantes con il Don Chisciotte.
Lo spettacolo della durata di 30 minuti vede in scena la sola presenza di Antonio Memeo il quale cura anche la regia.

SPETTACOLO GRATUITO

 

BUS THATER 5-7-9 Settembre
dal 05/09/2017 al 09/09/2017
inizio 19:30