APPLAUSI A SCENA APERTA PER REZZA A CASTEL DEI MONDI

Grande successo del duo RezzaMastrella

29 ago 2013 



Geniale. Il punto di vista comune del pubblico che ha assistito a Fratto_X del comico e performer Antonio Rezza ieri sera al Castel del Monte.
Per la prima volta al Festival Castel dei Mondi Antonio Rezza, affiancato dalla bravissima regista e scenografa Flavia Mastrella (il loro sodalizio artistico è iniziato nel 1987), porta in scena uno capolavoro comico-estetico, che gioca su dinamiche folli ed esilaranti. È un susseguirsi di situazioni assurde, un’esperienza che porta la platea all’interno della performance, anche se l’unica voce - inconfondibile - che sentiamo è quella di Rezza.
“Io non leggo i libri, i capolavori - racconta Rezza - o meglio leggo solo le prime due-tre pagine perché mi fido. Spero che il pubblico faccia così anche con me, che si fidi e non venga ai miei spettacoli”.
È il concetto di frazione a far da padrone nello spettacolo di RezzaMastrella, che ci ha mostrato, tra le altre cose, due persone che discorrono sull’esistenza mescolando sapientemente comicità surreale e suggestioni fotografiche.
 “La spensieratezza va stroncata subito”: comincia così una performance apparentemente nonsense che invece attraversa una serie di temi importanti. La famiglia, l’amore, la vita di coppia, la religione, l’ansia, e un altro tipo di amore, quello smisurato e attualissimo per le serie tv con relativi cofanetti. Un talento indiscusso, quello di Rezza, con cui è riuscito a far ridere gli spettatori anche scomparendo dalla scena per qualche minuto. Chiude con uno sketch esilarante coinvolgendo il pubblico, trasformando gli spettatori in platea in protagonisti involontari e imbarazzati. Da slogarsi la mandibola.