LA BAND DI AMY WINEHOUSE DOMANI AL FESTIVAL

Grande attesa anche per la prima nazionale City Park - Storie da parco

26 ago 2013 



Un’altra giornata intensa martedì 27 agosto al Festival Castel dei Mondi. Apriamo con quella che sarà la chiusura della giornata: alle 23, in piazza Duomo arriva Amy Lives, prima e unica data in Italia della band ufficiale di Amy Winehouse. Un debutto europeo per la band che ha scelto Andria e Castel dei Mondi per questa esclusiva. Un concerto gratuito per la città che non sarà fatto di cover, ma mostrerà in anteprima la prosecuzione del lavoro che la cantante scomparsa avrebbe voluto portare in tournee. Un appuntamento assolutamente da non perdere.
Imperdibile anche, alle 22.15 al Seminario vescovile, il nuovo lavoro del regista e coreografo colombiano Juan Diego Puerta Lopez City Park - storie da parco, una prima nazionale del testo scritto da Luca De Bei. Dopo i grandi successi come "La notte poco prima della foresta" con Claudio Santamaria e musiche originali dei Negramaro, "End of the Rainbow" con Monica Guerritore, Lopez porta a Castel dei Mondi una favola metropolitana ambientata in un parco, un luogo incantato dai colori vivaci, abitato da personaggi stravaganti e grotteschi, animali di uno zoo surreale, che si raccontano e vivono le loro storie dal destino imprevedibile. Uomini, donne che allo stesso modo cercano un’identità: sociale, sessuale, interiore. Coppie che si cercano, si odiano, si ritrovano, si sfidano; donne oggetto di seduzione, di violenza, di ricatto; poliziotti corrotti, donne manager spacciatrici di cocaina, donne dominatrici, uomini schiavi, padri violenti, maschi smarriti e perduti, femmine in lotta con il mondo e persino con la propria femminilità. Una folla di personaggi, anime, maschere molto più vicine a noi di quello che potremmo immaginare.
Continua poi l’appuntamento dalle 18 alle 22 all’Officina San Domenico con The Great Spavaldos dei Pixel Rosso, che ci terrà compagnia per tutta la durata del Festival. Due spettatori alla volta che con l’autoteatro diventano attori attraverso un’esperienza cinematica multisensoriale nel ruolo di un performer di circo.
Alle 20.30 l’Auditorium Paola Chicco ospiterà Bohème! della compagnia Vico quarto Mazzini in coproduzione con Castel dei Mondi. Siamo al Ministero della Cultura, un clown obeso di nome Italia percorrerà i corridoi vuoti del Ministero della Cultura. Sono tutti scappati, nessuno vuole più occuparsi “di una cosa stupida come quella lì”.
Liberamente ispirato a Improvvisamente l’estate scorsa di Tennessee Williams, Qualcosa non detto racconta di Catherine, giovane donna apparentemente impazzita dopo aver accompagnato suo cugino Sebastian in un viaggio in Europa. L’appuntamento con la compagnia Cubatea è alle 21.30 alla Biblioteca Sant’Agostino. Sempre in biblioteca, alle 22.15 c’è L’Assenza, spettacolo ispirato ad alcune poesie di Borges che attraverso la danza intende analizzare il problema dell’uso dello specchio. L’assenza è “come la corda alla gola”, toglie aria e respiro.