Festival Castel dei Mondi: i numeri, i luoghi

La ventunesima edizione della rassegna internazionale

18 ago 2017 


Tutto è pronto per uno degli appuntamenti culturali più importanti e prestigiosi dell'estate pugliese. Giunto alla XXI edizione, il Festival Castel dei Mondi si propone, anche quest'anno, come progetto di respiro internazionale esemplare e originale avviando proficui collegamenti fra modelli e mondi culturali eterogenei nella certezza di suscitare nuove riflessioni, emozioni, stupore, meraviglia.


L'edizione 2017, significativamente intitolata Il pensiero della Città", vedrà impegnate ben 21 compagnie, 3 internazionali, per 84 repliche complessive.


Questi gli altri numeri del Festival: 3 prime nazionali assolute; 5 prime regionali; 4 concerti; 1 mostra; 2 installazioni; 2 laboratori, 3 conferenze.


Anche i luoghi del festival assumono una valenza di ordine culturale. Alcuni sono tradizionali luoghi di aggregazione culturale e sociale come Piazza Catuma, Palazzo Ducale, Officina San Domenico, Biblioteca Comunale. Altri diventano nell'occasione del festival esempio di rigenerazione di un territorio e della sua capacità di intercettare le nuove scommesse culturali e di innovazione: il borgo antico con le sue meraviglie storico-architettoniche, il coinvolgimento e la partecipazione attiva delle periferie, il ricongiungimento ideale di Borgo Montegrosso con la città.


Da sottolineare le trasferte a Palazzo Beltrani di Trani (Il Futuro è una Trappola?), al Teatro Comunale di Ruvo di Puglia (L'abito nuovo) e nella città di Matera (Bus Theater).


Naturalmente non può mancare Castel del Monte che ospiterà gli incontri di approfondimento sulla parola e sulla lingua.